Invecchiamento attivo e solidarietà intergenerazionale

Realizzata attraverso la raccolta delle narrazioni di vissuti, opinioni e aspettative di un gruppo di 30 persone ultrasessantacinquenni frequentanti l’Università della Terza età, la ricerca ha messo in luce come il modo con cui gli anziani vivono il proprio invecchiamento qualifichi anche la loro relazione con le giovani generazioni; nello specifico, si sono individuati gli aspetti più significativi che connotano il rapporto anziani-bambini e, allo stesso tempo, permettono ai primi di percepirsi quali potenziali agenti di educazione “alla” vecchiaia per i più giovani. Si è inoltre rilevato che il rapporto tra anziani e giovani si presenta invece, alquanto complicato e, conseguentemente, si è evidenziata l’esigenza di ulteriori approfondimenti teorici e ricerche empiriche in tale ambito.